Greenchic un nuovo modo di acquistare second hand online ndm

Greenchic, un modo innovativo di fare shopping second hand online

Tabella dei Contenuti

Abbiamo già parlato di diverse piattaforme dove è possibile vendere ed acquistare second hand online.  Siamo partiti  da Depop e poi abbiamo discusso in lungo ed in largo dell’avvento di Vinted.

Oggi vorrei parlarvi di Greenchic.

Greenchic, ex Armadioverde, è un e-commerce multibrand di abbigliamento di seconda mano. Come le altre piattaforme, quindi, permette di fare shopping di abbigliamento usato da casa, ma alla base ha un’idea molto innovativa … vi spiego meglio.

Da dove nasce Greenchic?

L’idea iniziale è nata quando Eleonora Dellera e David Erba (i fondatori) si sono accorti che la vita media di un capo dei loro figli era di un mese, al massimo due. Così hanno aperto un negozio fisico con pareti verdi dove hanno iniziato a vendere vestiti pre-loved per bambini.

Nel 2015, spostandosi online, hanno creato Armadioverde, che ha introdotto un nuovo modello economico basato sull’economia circolare “ricicla, riduci, riutilizza”. Il sito web all’inizio era destinato all’abbigliamento per bambini, ma dal 2018 ha ampliato il target anche agli adulti.

Nel 2021 Armadioverde diventa Greenchic così da sottolineare al meglio il forte legame tra sostenibilità e moda in un mercato internazionale.

Da giugno 2021 la società è diventata un fashion brand, lanciando la sua prima linea di abbigliamento: Upcycled by Greenchic.

Questa è realizzata a mano, in Italia in sartorie sociali e disegnata da designer emergenti partendo dai capi di abbigliamento di scarto. Al momento è disponibile solo per donna.

Cosa puoi fare su Greenchic?

Greenchic consente ai suoi membri di scambiare articoli e rinnovare il proprio stile e guardaroba in modo economico, facile e sostenibile.

L’azienda fornisce ai “venditori” stelle in cambio dei vestiti inviati alla piattaforma.

Il processo è semplice:

1- Greenchic ritira gratuitamente i vestiti che l’utente decide di spedire. È sufficiente preparare un pacco e prenotarne il ritiro, così facendo viene generata una lettera di vettura prepagate da apporre sul pacco.

Si possono scegliere due dimensioni per lo scatolo: piccola (L+P+H=100 cm) o grande (L+P+H=130 cm). Vi suggerisco di scegliere quella più adatta e non esagerare solo perché è un servizio gratuito.

2 – Una volta arrivati nel magazzino i vestiti vengono valutati e viene accreditata una quantità di stelle (la loro valuta digitale) per tutti i vestiti idonei alla messa in vendita. Per stimare in anticipo quante stelle si andranno ad ottenere per un determinato capo esiste un simulatore.

Può succedere che alcuni capi non vengano considerati idonei perché troppo danneggiati. In questo caso non viene consegnata alcuna stella per il suddetto capo e questo viene donato ad Humana. Esiste la possibilità però di riaverlo indietro, avvertendo entro 72 ad un costo di 5 €.

3 – Dopo aver ottenuto le stelle l’utente può iniziare subito ad acquistare su Greenchic

Cosa puoi spedire

Si può spedire a Greenchic praticamente qualsiasi capo di abbigliamento, purché in ottime condizioni. Vestiti, scarpe, borse da donna, uomo e bambini di tutte le marche, qui trovate le loro indicazioni.

Inoltre, se si inviano vestiti nuovi ancora con etichetta si ottiene il 50% di stelline in più. Mentre per capi con qualche difetto Greenchic si riserva di valutare decurtando qualche stellina dalla valutazione piena.

In linea di massima è importante fare un’accurata selezione e mandare solo ed esclusivamente ciò che è in ottime condizioni. Ci sono infatti altri canali, su cui vorrei fare un articolo dedicato, dove donare i vestiti usurati e non adatti alla vendita.

I prezzi

Greenchic controlla ogni singolo articolo ricevuto e, se in buona condizione, dopo averlo fotografato, descritto e misurato lo mette in vendita sulla piattaforma.

Il prezzo che troverete online è composto da un quantitativo di stelle e un importo in euro. Sia le stelle che gli euro aumentano in base alla tipologia dell’articolo e alla marca.

Ad esempio, un Blazer di Luisa Spagnoli, costerà 22€+ 89 stelline, mentre un blazer di H&M verrà 5€+14 stelline.

Il sito offre inoltre la possibilità di compensare le stelle mancanti con un importo in euro, 1 stella un euro. Ad esempio, sempre parlando del blazer di prima, se non ho le 89 stelle richieste, ma ne ho 88 posso pagare un euro la stella mancante ed acquistare comunque l’articolo. In questo modo invece che 22€+ 89 stelline, pagherò 23€+ 88 stelline. Questo procedimento può essere usato anche per annullare totalmente l’importo di stelline, ma diventa davvero controproducente e caro.

Cosa non devi fare su Greenchic

O meglio cosa fanno loro al posto tuo.

La più grande differenza tra Greenchic e altre piattaforme è che si assumono la piena responsabilità di:

  • Scattare le foto dell’articolo
  • Descriverlo e misurarlo
  • Pubblicare gli articoli sulla piattaforma
  • Interagire con i clienti
  • Gestire le vendite e la logistica

Questo apre le porte del mercato di usato a molte più persone, e di conseguenza dà una nuova vita a molti abiti che sarebbero rimasti chiusi nell’armadio. È infatti un limite molto comune e davvero comprensibile quello di farsi bloccare da tutto il tempo che ci vuole a mettere in vendita e gestire la vendita su piattaforme di vendita diretta come Vinted e Depop o i vari Marketplace Facebook o Subito.

Spese di spedizione

Per ricevere i propri articoli a casa ci sono due opzioni.

Greenchic offre infatti la possibilità classica di ricevere il singolo articolo acquistato al costo di 5€.

In un’ottica sostenibile, offre però anche la spedizione gratuita con spesa minima di 79 €. Ciò che è molto carino ed innovativo è che questa cifra si può raggiungere anche in ordini diversi. Si può quindi acquistare un articolo per volta (per non farselo scappare) e farselo recapitare insieme ad altri una volta ogni tanto. Così da risparmiare i costi sia economici che ambientali di più spedizioni.

Come orientarsi sul sito

Per ricevere i propri articoli a casa ci sono due opzioni.

Greenchic offre infatti la possibilità classica di ricevere il singolo articolo acquistato al costo di 5€.

In un’ottica sostenibile, offre però anche la spedizione gratuita con spesa minima di 79 €. Ciò che è molto carino ed innovativo è che questa cifra si può raggiungere anche in ordini diversi. Si può quindi acquistare un articolo per volta (per non farselo scappare) e farselo recapitare insieme ad altri una volta ogni tanto. Così da risparmiare i costi sia economici che ambientali di più spedizioni.

I Filtri

La piattaforma accetta dagli utenti qualsiasi marchio di abbigliamento, per questo senza filtri può risultare difficili orientarsi. Il filtro tipologia di marca è per questo a mio parere molto utile, infatti distingue 3 categorie di brand, TOP, Premium e Basic.

Si può poi affinare ulteriormente la ricerca per specifico Brand, Taglia, Stagione, Categoria, Qualità, Materiale, Colore e Fantasia. Tutti questi filtri, che sono decisamente migliorati negli anni, rendono molto più facile trovare quello che si cerca.

La Whishlist

Comodissima ed irrinunciabile su qualsiasi e-commerce la lista dei desideri. Anche su Greenchic è possibile, tramite un cuore, conservare gli articoli che si desiderano così da valutare con calma l’acquisto.

Cosa si trova su Greenchic?

Qui arriva il tasto un po’ dolente, al momento l’offerta del sito è molto ampia sui capi basic (di fast fashion solitamente) e decisamente più ridotta sulle categorie premium e top brand. Per questo, se si predilige acquistare abbigliamento di fascia un po’ più alta, la scelta non è delle più ricche.

È vero però che la selezione dipende da noi utenti e mano a mano che la piattaforma diventerà più conosciuta ed utilizzata la selezione si arricchirà sempre più.

Come si presenta il capo?

Ogni singolo capo viene presentato tramite 3 foto, indossate da un manichino, davanti, dietro ed un dettaglio.  Vi è poi la tipologia di articolo, la marca, la taglia, le misure principali in cm ed il prezzo. Poco sotto si trova invece la descrizione, con la composizione, lo stato (con specificato qualsiasi difetto) ed i dettagli. Al momento le foto non sono stupende e spesso non è facilissimo capire la qualità e la trama del tessuto, essendo però un e-commerce che vende pezzi unici è difficile che la qualità possa eguagliare quella del nuovo.

Qual è l’obbiettivo di Greenchic?

Oggi Greenchic è un’azienda benefit, per questo oltre agli obiettivi di profitto, l’obiettivo del brand è quello di avere un impatto positivo sull’ambiente e sulle persone.

Dando la possibilità a chiunque di rinnovare il proprio guardaroba a basso costo, allungano la vita di molti capi e ponendosi come alternativa alla fast fashion, dome solitamente l’acquirente è spinto dai prezzi bassi.

L’azienda inoltre partecipa a diverse campagne di beneficenza e lavora a stretto contatto con HUMANA People to People Italia Onlus.

HUMANA è la stessa azienda a cui Greenchic dona i capi non idonei alla rivendita.

Per questo motivo l’azienda può dire di riutilizzare il 99% dei capi che riceve, rivendendoli o inserendoli in percorsi di donazione o riciclo.

Conclusione

PRO

  • Rende lo shopping second hand accessibile anche a chi non ha molto tempo
  • Offre la possibilità di allungare la vita dei propri capi
  • È molto facile da usare, fanno tutto loro praticamente
  • È possibile acquistare da più armadi contemporaneamente in un unico ordine
  • Non bisogna chiedere e richiedere misure o dettagli, è tutto già a portata di click
  • Perfetto per i vestiti per bambini

CONTRO

  • Le foto non rendono sempre leggibili i dettagli dei prodotti (soprattutto nei capi scuri)
  • Poca offerta di abbigliamento nelle categorie top e premium brand
  • Alle volte l’importo in € nelle categorie top e premium brand è un po’ troppo alto rispetto al mercato dell’ usato online
  • Non esiste un’applicazione

Ecco, questo era Greenchic, una realtà italiana che si sta’ espandendo in Europa. A me piace moltissimo l’idea di poter scambiare con facilità abiti che non metto più con altri utenti.

Se non siete ancora iscritti alla piattaforma e vi fa piacere supportarmi potete farlo passando tramite questo link affiliato di iscrizione a Greenchic.

Se hai qualsiasi domanda su questo articolo o su altri temi che ho trattato puoi scrivermi sotto nei commenti o in privato su Instagram: nientedamettere_blog.

Spero che questa guida/recensione vi sia stata d’aiuto, un saluto da NientedaMettere.

L’articolo non è in alcun modo sponsorizzato dal marchio in oggetto.

2 1 vota
Voto dell'articolo
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Tabella dei Contenuti

Newsletter
Instagram

Post Recenti

come vendere su vinted ndm
Guide

Come vendere su Vinted

Guida passo passo per iniziare a vendere su Vinted. Come funziona l’app, il profilo, le foto, i post, le descrizioni, le spedizioni, le funzioni aggiuntive e tutto quello che non ti è chiaro sulla nuova app di compravendita di second hand.

Leggi di più »
0
Lascia un commento!x