10 trucchi per vendere abbigliamento second hand online

10 consigli per vendere abbigliamento second hand online

Tabella dei Contenuti

 Sono leggermente in fissa con gli spiegoni sulla vendita di abbigliamento online lo avrete notato dagli ultimi articoli qui sul blog. 

La verità è che anche grazie all’arrivo di Vinted in Italia nell’ultimo periodo è aumentato moltissimo l’interesse al mercato del second hand e non potrei esserne più felice.

Per me che da anni utilizzo sia come venditrice che come acquirenti questa tipologia di piattaforme, il mercato del vintage e second hand è un’enorme opportunità per fare shopping in modo sostenibile e, perché no, di togliersi qualche sfizio ad un prezzo sicuramente diverso da quello del nuovo.

Per questo oggi vorrei condividere con voi 10 consigli per vendere abbigliamento di seconda mano online. Ma prima, se non avete ancora letto l’articolo dove vi spiego dove vendo, correte al leggerlo, eccolo qui.

1 – Fai belle foto

Il primo consiglio è sicuramente quello di fare belle foto. Su qualsiasi piattaforma di vendita online una bella foto fa la differenza. 

Ma cosa significa scattare belle foto? Quali sono gli elementi a cui fare attenzione?

  • L’illuminazione: per prima, primissima cosa l’illuminazione, una buona esposizione permetterà di apprezzare bene i dettagli dei tuoi articoli. Il mio consiglio è di optare per la luce naturale magari all’esterno o davanti ad una finestra.
  • Lo sfondo: lo sfondo delle tue immagini può diventare un carattere distintivo del tuo shop ed al contempo può valorizzare gli articoli. La scelta è estremamente soggettiva, neutro, super colorato, a tema… sta a te.
  • Il formato: mantieni costante la proporzione delle immagini. Alcune App richiedono proporzioni fisse, come l’ 1:1 di Depop, altre no. Il mio consiglio è di rimanere comunque coerenti con un unico formato, almeno per le foto di uno stesso articolo.
  • La resa dei colori e dei materiali: non avendo la possibilità di vedere l’oggetto dal vero, l’acquirente vorrà sapere il più possibile della colorazione o del materiale tramite foto. Se puoi fai almeno una foto con luce naturale all’articolo indica nella descrizione che quello è il colore reale.

2 – Indossa i vestiti ed abbina gli accessori

Prediligi sempre le foto indossate. Se non lo fai, molto probabilmente riceverai la richiesta di farlo prima di vendere, tanto vale postarle subito, magari racimolando più capi da scattare insieme!!

Io per un singolo articolo cerco sempre di mettere qualche foto indossata, due foto, una di fronte ed una del retro sulla gruccia e qualche dettaglio di maggior rilievo. Se è presente una particolare texture uso una lente macro.

Per quello che riguarda gli accessori invece cercate di abbinarli, speso vedere una borsa indossata aiuta molto l’acquirente a capire come potrebbe utilizzarla.

Può succedere che le foto non ti bastino, alcune piattaforme hanno infatti un limite restrittivo sul numero di immagini, per risolvere il problema puoi usare delle App per fare dei collage. Io uso spesso Adobe Photoshop express, la versione App di Photoshop.

3 – Scrivi descrizioni accurate

Dopo le foto, in scala di importanza, vengono le descrizioni. Cerca di essere il più chiaro possibile e fornire sempre eventuali misure o consigli sulla vestibilità. Descrivi tutto ciò che puoi, colori, materiali, brand, stato di usura.

Mettiti sempre nei panni dell’acquirente, cosa vorresti sapere del capo che stai vendendo?

In molte piattaforme sono presenti gli hashtag, parole chiave contraddistinte di # che guidano gli acquirenti negli acquisti. Non abusarne ed usali in modo mirato. Il criterio è sempre lo stesso, che parole chiave cercheresti se volessi trovare il tuo articolo?

4 – Segui le stagioni

Come è normale che sia la maggior parte delle persone acquista capi da indossare nell’immediato. Forse per necessità o forse perché è più facile immaginarsi ad indossare un cappotto durante l’inverno ed un saldalo in estate. 

Per questo motivo la cosa migliore è pubblicare coerentemente al periodo dell’anno.

5 – Non pubblicare tutto lo stesso giorno

Spesso per aumentare la visibilità dei vostri articoli è meglio pubblicarli distanziati. Se avete 7 articoli da pubblicare, pubblicateli uno al giorno per una settimana. Questo criterio vale molto di più per App come Depop e Vinted, quasi per nulla su Subito ed Ebay.

Su Depop e Vinted infatti così facendo darete 7 diverse possibilità ad un potenziale acquirente di visionare il vostro shop. Pubblicando tutto assieme apparirete invece tra le novità una sola volta anche se con più oggetti.

6 – Metti un prezzo realistico

Questa è una regola fondamentale e per questo si porta dietro una regola altrettanto fondamentale: sii realistico.

Non sparare prezzi altissimi, fai delle ricerche, vedi a quanto sono prezzati oggetti simili al tuo in condizioni simili al tuo. È inutile puntare a prezzi surreali che non troveranno mai un’acquirente una volta messi sul mercato. 

È vero che praticamente chiunque chiede uno sconto durante le trattative online. Quello che puoi fare una volta capito il valore del tuo oggetto è di darti un margine del 10% così da poterlo poi scontare.

Solo  così sarai sicuro di aver fatto un prezzo onesto e sarai in grado di scegliere tra offerte sensate ed insensate.

7 – Mantieni i contatti con l’acquirente

Si sempre cortese e disponibile con chi ti contatta. Non storcere il naso davanti a richieste di dettagli ed informazioni, è parte del gioco. Questo si ricollega al punto 3, infatti se hai già fatto una descrizione accurata le domande saranno poche e mirate.

Anche dopo che l’acquisto è andato a buon fine mantieni i contatti e aggiorna sempre l’acquirente sullo stato della spedizione. Un cliente che sente di essere ascoltato avrà più piacere a tornare a fare acquisti da te.

8 – Abbi cura del confezionamento

Oltre ad avere cura dell’articolo che stai vendendo, che dovrà essere pulito, stirato e piegato a dovere, abbi cura anche del confezionamento.

Non parlo di arrivare al livello dei negozi online, ma una cura nel confezionamento cambierà radicalmente l’esperienza d’acquisto.  

Io di norma utilizzo delle buste 27 x 36 cm per articoli come maglie, pantaloni e vestiti, mentre per cappotti e scarpe utilizzo delle scatole.

Per le scatole preferisco riutilizzare quello che ho in casa, scatole pulite ed intonse di vecchi ordini. Non doveste averle potete  acquistarne di standard come queste , oppure approfittare dei giorni di raccolta della carta per chiedere a qualche negozio della vostra città qualche scatola pulita.

Qualunque sia la scelta tra busta e pacco prima di inserire l’articolo nella confezione lo avvolgo dentro ad un foglio di velina.

9 – Scegli una spedizione affidabile

Un ordine che non arriva a destinazione non è un gran ordine. Per questo affidati a servizi di spedizione affidabili.

Io di norma uso: 

Spediamo.it per spedire in Italia

Mondospedizioni.com, Spedire.com e Packlink.it  per spedire all’estero.

Ho scritto un’articolo più dettagliato sulle spedizioni tra privati qui

10 – Lascia sempre le recensioni

Infine, una volta conclusa la vendita ricordati di lasciare sempre una recensione. Questo non è possibile in tutte le piattaforme, ma dove lo è ricevere e lasciare recensioni aiuta ad aumentare la propria credibilità di venditore. Non è un caso infatti che da acquirente spesso si prediligano piattaforme dove si può leggere le recensioni del venditore. 

Questi erano i miei 10 consigli per vendere second hand online. Vi sono piaciuti? Ne avete altri che non ho menzionato? scriveteli nei commenti se vi va.

5 3 voto
Voto dell'articolo
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Tabella dei Contenuti

Newsletter
Instagram

Post Recenti

come vendere su vinted ndm
Guide

Come vendere su Vinted

Guida passo passo per iniziare a vendere su Vinted. Come funziona l’app, il profilo, le foto, i post, le descrizioni, le spedizioni, le funzioni aggiuntive e tutto quello che non ti è chiaro sulla nuova app di compravendita di second hand.

Leggi di più »
0
Lascia un commento!x